Bonus Psicologo 600 euro – Ecco come presentare la domanda

Da lunedi 25 Luglio sarà possibile presentare domanda per ottenere il Bonus Psicologo, un contributo che può arrivare fino a 600 euro per far fronte ad una spesa divenuta sempre più presente nelle famiglie italiane anche a causa dei problemi sociali causati dai periodi di lockdown.

L’inps ha chiarito quali siano le modalità per ottenerlo e in questo articolo vedremo insieme quali sono:

Le modalità con le quali presentare la domanda

I requisiti reddituali per poter accedere al beneficio

Come utilizzare il contributo ricevuto

Io sono Carlo Alberto Micheli, Avvocato e Dott. Commercialista, fondatore di Myaccounting.it – servizio di commercialista online. La prima consulenza fiscale è gratuita e puoi subito richiederla CLICCANDO QUI.

Sono 10 i milioni che il governo ha stanziato per aiutare le persone in condizione di depressione, ansia, stress e fragilità psicologica, a causa dell’emergenza pandemica e della conseguente crisi socio-economica.

Le modalità

Ci sarà tempo, secondo la circolare inps appena promossa, dal 25 luglio al 24 ottobre per richiederlo attraverso una apposita piattaforma online che sarà presto disponibile sul sito dell’inps oppure contattando il call center dell’inps stesso, il numero è: 803164 da fisso e 06.164164 da telefono mobile.

La via telematica, sul sito inps dovrà seguire il presente percorso:

  • Contributo sessioni psicoterapia
  • Prestazioni e Servizi
  • Servizi
  • Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche

Attenzione, ricorda che si potrà accedere con spid, carta identità elettronica o cns.

I requisiti del bonus

Per aiutare maggiormente le fasce di reddito più basse l’isee personale non deve superare i 50.000 euro. E il contributo varia a seconda del livello di isee.

Con isee fino a:

  • 15.000€ il contributo è pari a 50 euro per ogni seduta fino ad un massimo di 600 euro;
  • tra 15.001€ e 30.000€ il contributo è pari a 50 euro per ogni seduta fino ad un massimo di 400 euro;
  • tra 30.001€ e 50000€ il contributo è pari a 50 euro per ogni seduta fino ad un massimo di 200 euro.

Come utilizzare il contributo ricevuto:

Al termine del periodo stabilito per la presentazione delle domande saranno stilate le graduatorie per l’assegnazione del beneficio, distinte per Regione e Provincia autonoma, tenendo conto del valore Isee e, a parità di valore Isee, dell’ordine di presentazione.

A ogni beneficiario viene comunicato un codice univoco, che individua il contributo assegnato e che dovrà essere comunicato al professionista per ogni sessione di psicoterapia. Il professionista, in apposita sezione, – continua la circolare – dovrà indicare il codice univoco, in fase di prenotazione o di conferma della sessione di psicoterapia, unitamente al codice fiscale del beneficiario. L’erogazione dell’importo spettante, nella quota massima di 50 euro a seduta, verrà erogato direttamente a favore del professionista secondo le modalità da esso indicate.

Se vuoi rimanere aggiornato sui nuovi bonus e sulle misure economiche fiscali non ti resta altro che iscriverti alla mia newsletter. Puoi farlo CLICCANDO QUI!

Avv. Carlo Alberto Micheli