Come Iscriversi al Registro Opposizioni Telemarketing – Finalmente liberi o sarà un altro flop?

Sembrava fatta, e invece? Sarà davvero così? O anche questa volta, fatta la legge trovato l’inganno. A partire dal 27 Luglio 2022 è infatti possibile iscrivere il nostro numero di cellulare all’RPO, il “registro pubblico delle opposizioni” che consentirà agli utenti di opporsi all’utilizzo per finalità pubblicitarie del nostro numero e del nostro indirizzo postale da parte dei call center telemarketing. Vi rientrano sia il telefono che la posta cartacea.

Che cosa cambia, come possiamo iscriverci a questo registro, quanto costa, quali sono i limiti: questo è quanto scopriremo in questo articolo. Io sono Carlo Alberto Micheli, avvocato e dottore commercialista e CLICCANDO QUI potrai iscriverti alla mia news letter quotidiana.

Cosa cambia con il Registro pubblico delle opposizioni

Dal 27 luglio 2022 gli operatori di telemarketing che svolgono attività di marketing tramite posta cartacea e telefono saranno obbligati a verificare che i dati non siano presenti all’interno dal registro pubblico delle opposizioni, pena una multa salatissima fino a 20 milioni di euro.

Il servizio è già attivo dal 2010, ma fino ad ora era possibile inserire solo il numero di telefonia fissa, di conseguenza nessuno se lo filava più visto lo spostamento di massa verso la telefonia mobile. Io stesso, e sono sicuro di non essere l’unico, ho dovuto cambiare numero telefonico nel corso degli ultimi anni perché ricevevo decine di chiamate di call center. Ora tutto è cambiato e finalmente possiamo trovare tutela. Anche se, come vedremo temperata da alcuni problemi.

Registro pubblico delle opposizioni: Come ci si iscrive e come funziona

L’iscrizione all’RPO è gratuita e si può fare via telefono, fac o mail. Sul sito www.registrodelleopposizioni.it è disponibile un modulo online per iscriversi in pochi passaggi. Una volta ricevuti i dati e inseriti nel registro entro 15 giorni verranno bloccate tutte le chiamate di telemarketing. Come detto prima i call center hanno l’obbligo di controllare le liste ed eliminare dai propri contatti gli appartenenti al registro.

Perché il registro delle opposizioni rischia il flop?

Anche se il nostro numero si trova nel Registro delle opposizioni, questo non supera e non invalida i contratti mediante i quali abbiamo acconsentito al trattamento dei dati per finalità commerciali. I cosidetti contratti per la cessione dei dati infatti non vengono annullati e i consensi sono legittimi. In quel caso l’unica via sarebbe revocare singolarmente i consensi rilasciati, sempre se ci ricordiamo a chi li abbiamo dati e quando. Inoltre il mondo del temarketing è davvero ampio e in questo ci sono oltre a call center abusivi, anche call center localizzati all’estero i quali non sono soggetti a questa regolamentazione. Secondo il Garante della privacy questi menzionati rappresentano oltre il 40% del settore.

Avv.Carlo Alberto Micheli

Se hai bisogno di aiuto con il tuo business, non sai a chi affidare la tua contabilità oppure vuoi dare il via alla tua attività ma non sai da che parte cominciare, richiedi la tua consulenza gratuita ai nostri esperti fiscali. CLICCA QUI PER LA TUA CONSULENZA GRATUITA!