Myaccounting.it il tuo consulente online

Gli acquisti di beni destinati ad essere ceduti gratuitamente, la cui produzione o il cui commercio non rientra nell’attività propria dell’impresa, costituiscono “spese di rappresentanza”, indipendentemente dal costo unitario dei beni stessi.

Attenzione: si precisa che l’omaggio natalizio di un bene non oggetto dell’attività dell’impresa:

  • costituisce spesa di rappresentanza se dato ai clienti;
  • non costituisce spesa di rappresentanza (per mancanza del principio di inerenza) se dato ai dipendenti. In questo caso, è qualificabile come spesa per prestazione di lavoro.

Se il valore unitario non è superiore a 50 euro il costo è deducibile integralmente, vi sono poi limiti max che variano a seconda delle dimensioni aziendali.
A titolo esemplificativo indichiamo l’1,5% del fatturato quale limite massimo (impresa) 1% in caso di lavoratore autonomo e professionista!

Ai fini invece:

  • per i beni di costo unitario > a € 50,00: l’Iva assolta sull’acquisto è indetraibile, mentre la successiva cessione gratuita è irrilevante ai fini IVA (fuori campo IVA);
  • per i beni di costo unitario < a € 50,00: l’Iva assolta sull’acquisto è detraibile, mentre la successiva cessione gratuita è irrilevante ai fini IVA (fuori campo IVA).

Testi a cura dell’ Avv. Carlo Alberto Micheli

Vuoi consigli per una contabilità facile per la tua azienda?
Prenota subito la tua consulenza gratuita senza impegno!