BONUS 2400 EURO: COME RICHIEDERE IL CONTRIBUTO

1. Introduzione

C’è tempo fino al 31 maggio per richiedere il bonus una tantum da 2400 euro previsto dal Decreto Sostegni per i lavoratori stagionali ed intermittenti. Si tratta di una delle indennità economiche previste dai Decreti Ristori per l’emergenza Covid-19. La procedura online per presentare la domanda è attiva dal 23 aprile e le domande potranno essere presentate entro la fine del mese di maggio.

Vuoi ricevere news ed approfondimenti quotidiani a tema fiscale?

2. A chi spetta il bonus 2400 euro

Il bonus 2400 euro (non soggetto ad imposizione fiscale) spetta a una determinata categoria di lavoratori detti stagionali, che lavorino in uno o più settori e anche se hanno già beneficiato dell’analogo bonus, previsto dal decreto 137/2020, articoli 15 e 15-bis. Questi ultimi, però, non dovranno presentare una nuova domanda, ma riceveranno la nuova tranche di aiuti direttamente sul conto corrente.

Posso presentare richiesta per il bonus 2400 euro:

  • lavoratori stagionali: a tempo determinato e somministrati del turismo e delle terme;
  • lavoratori stagionali di altri settori;
  • lavoratori intermittenti;
  • lavoratori autonomi occasionali;
  • venditori a domicilio;
  • lavoratori dello spettacolo.

Come già successo con altri bonus e ristori, anche questa indennità non è cumulabile. Non potrà dunque essere richiesta da quei lavoratori che hanno già percepito quella per i lavoratori domestici e con quelle erogate dalle Casse di previdenza dei professionisti e da chi riceve il reddito di cittadinanza.

Il bonus 2400 euro può invece essere richiesto dai lavoratori stagionali che percepiscono o hanno percepito borse lavoro, stage e tirocini professionali; assegno ordinario di invalidità; Naspi (ad eccezione di stagionali e somministrati del turismo); Discoll; premi ed i compensi conseguiti per lo svolgimento di attività sportiva dilettantistica; prestazioni di lavoro occasionale nei limiti di compensi di importo non superiore a 5.000 euro per anno civile.

3. Come presentare la domanda

Con la circolare n°65 del 19 aprile 2021, l’INPS spiega le modalità per poter accedere al bonus e le informazioni per presentare la domanda attraverso il portale dell’istituto di previdenza nazionale. I lavoratori che non hanno beneficiato delle indennità del Decreto Ristori possono presentare domanda entro il 31 maggio 2021, solo ed esclusivamente in modalità telematica.

I lavoratori stagionali che vogliono richiedere il bonus devono accedere al portale dell’Inps con PIN INPS, SPID di livello 2 o superiore, carta di identità elettronica 3.0 (CIE) oppure Carta nazionale dei servizi (CNS). In alternativa il bonus può essere richiesto attraverso i Patronati o il servizio di Contact Center integrato (numero verde 803 164 da rete fissa (gratuitamente) oppure al numero 06 164164 da rete mobile (a pagamento)).

La domanda, che rientra sotto il nome di Indennità onnicomprensiva 2021, andrà compilata in ogni sua parte con i dati del richiedente e, una volta terminata, si dovrà attendere l’esito della pratica.

La liquidazione del bonus avverrà a mezzo bonifico sul conto corrente (attenzione però, l’Iban deve essere associato alla persona fisica del richiedente e non alla partita Iva) o con bonifico domiciliato presso l’ufficio postale legato all’ultimo indirizzo presente negli archivi dell’Inps. Non è necessario allegare il modello SR163.

Novella Toloni

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?

CLICCA SUL BOTTONE E RICHIEDI LA CONSULENZA GRATUITA CON UN ESPERTO MYACCOUNTING.IT!