COOPERATIVE: DAL 23 APRILE DOMANDE PER LA “NUOVA MARCORA”

1. Introduzione

Arrivano gli aiuti per incentivare la nascita e lo sviluppo di società cooperative di piccola e media dimensione. Il Decreto ministeriale del 4 gennaio 2021, che racchiude una serie di aiuti ed agevolazioni economiche rivolte alle aziende, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale dando il via libera alla presentazione delle domande di richiesta dei finanziamenti.

Vuoi ricevere news ed approfondimenti quotidiani a tema fiscale?

2. Chi può richiedere l’agevolazione

Con Decreto MISE del 31 marzo sono stati definiti i termini e le modalità dell’agevolazione – la cosiddetta “Nuova Marcora” – per l’avvio, lo sviluppo e il consolidamento delle cooperative. Destinatari della misura economica, che rappresenta una boccata di ossigeno per le cooperative, sono tutte le società cooperative di produzione e lavoro e sociali di cui all’articolo 17, comma 2, della legge 27 febbraio 1985, n. 49.Purché:

  • siano regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese;
  • non siano in stato di scioglimento o liquidazione e non siano sottoposte a procedure concorsuali.

3. Entità dell’agevolazione e requisiti

La misura di aiuto consiste nel riconoscimento di un prestito agevolato, entro il limite massimo di due milioni di euro, da restituire in un tempo non superiore ai dieci anni. Il finanziamento sarà regolato da un tasso di interesse pari allo zero per cento ed erogato a copertura totale dei nuovi investimenti. La somma da restituire sarà dunque al netto di quanto richiesto.

L’assegnazione dei fondi economici avverrà sulla base di una procedura di valutazione (a punteggio) delle domande, con procedimento a sportello, secondo quanto stabilito dall’articolo 5, comma 3, del decreto legislativo n. 123/1998.

4. Presentazione della domanda

Per accedere alle agevolazioni previste dal decreto, le società cooperative devono presentare apposita domanda a partire dal 23 aprile, inviandola all’indirizzo di posta elettronica certificata che sarà reso disponibile sul sito web del Ministero dello Sviluppo Economico. I documenti che dovranno essere trasmessi – e che sono già disponibili online – sono:

  • Modulo di domanda (Allegato 2) – La domanda di finanziamento agevolato, compilata in ogni sua pare e contenente le informazioni di base della società cooperativa;
  • Piano di attività (Allegato 3) – Che riporta il piano degli investimenti, le esigenze di liquidità e tutte le informazioni relative alla richiesta economica presentata;
  • Modulo richiesta antimafia (Allegato 4) – Da presentare se il valore del finanziamento richiesto sia pari o superiore a euro 150mila euro con dichiarazione del legale rappresentante o di un suo procuratore speciale.

Ciascuna società cooperativa può presentare una sola domanda di finanziamento agevolato nell’arco di 36 mesi.

Novella Toloni

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?

CLICCA SUL BOTTONE E RICHIEDI LA CONSULENZA GRATUITA CON UN ESPERTO MYACCOUNTING.IT!