ITALIA DIVISA IN TRE ZONE: ROSSE, ARANCIONI E GIALLE.

L’emergenza corona virus non lascia spazio a zone verdi, così, nel nuovo Dpcm in vigore da Venerdì 6 Novembre e valido fino al 3 Dicembre 2020, l’Italia sarà divisa in tre zone, ossia zone gialle (con un rischio moderato) dove troveremo Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Molise, Marche, Provincia di Trento e Bolzano, Sardegna, Toscana, Umbria e Veneto; zone arancioni con un rischio intermedio in cui rientrano Puglia e Sicilia; zone rosse ad alto rischio in cui rientrano Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta.
Per tutte e tre le zone è previsto un coprifuoco dalle ore 22:00  fino alle 5:00 del mattino, ma vediamo insieme i provvedimenti zona per zona:

1. ZONA ROSSA

– Gli spostamenti, saranno consentiti solamente in presenza di autocertificazione, ma lo saranno esclusivamente per comprovate necessità come ad esempio motivi di lavoro o di salute. Saranno inoltre vietati tutti gli spostamenti da una regione ad un’altra e da un comune all’altro.
-L’istruzione, come nella prima bozza, prevede la didattica a distanza a partire dalla seconda media in poi, resteranno quindi aperte solo le scuole dell’infanzia, le scuole elementari e la prima media.
Pasticcerie, bar e ristoranti resteranno chiusi 7 giorni su 7 con possibilità di effettuare servizio d’asporto fino alle 22 ma, senza restrizioni, per quanto riguarda la consegna a domicilio.
Resteranno aperte tabaccherie, farmacie e parafarmacie, edicole, parrucchieri e lavanderie ma, gli altri negozi, resteranno chiusi fatta eccezione per supermercati e beni di prima necessità.
Trasporto pubblico, la capienza sarà ridotta del 50% ad eccezione dei mezzi di trasporto scolastici.
-Sport e cultura: sospese tutte le competizioni sportive ad eccezione di quelle di interesse nazionale riconosciute dal CONI e CIP. Sarà consentito svolgere attività motoria all’aperto in forma individuale, o nei pressi della propria abitazione
Chiusi anche musei e mostre, teatri, cinema, palestre, sale gioco e sale scommesse e bingo.

2. ZONA ARANCIONE

-Spostamenti vietati in entrata e in uscita da una regione all’altra e da un comune all’altro, salvo che per necessità legate al lavoro, alla salute o allo studio. E’ inoltre espressamente raccomandato di evitare tutti gli spostamenti che non sono necessari durante l’arco della giornata all’interno del proprio comune.
-Per Bar e ristoranti, come per le zone rosse, è prevista la chiusura 7 giorni su 7 senza limitazioni per quanto riguarda la consegna a domicilio e con possibilità di servizio d’asporto fino alle 22:00.
Centri commerciali chiusi nei giorni festivi e prefestivi, fatta eccezione per i punti vendita di generi alimentari, parafarmacie e farmacie, tabaccherie ed edicole che si trovano all’interno.
-L’istruzione, nelle zone arancioni, si svolgerà a distanza per tutti gli istituti superiori eccetto per gli studenti con disabilità e in caso di utilizzo dei laboratori. La didattica si svolgerà in presenza per le scuole dell’infanzia, scuole elementari e medie.
Per i mezzi di trasporto è prevista una riduzione della capienza del 50% per quanto riguarda il trasporto pubblico, eccetto che per i mezzi adibiti a trasporto scolastico.
-Sport e cultura: Saranno chiuse palestre, piscine, teatri, cinema, mostre  e musei,  e potranno restare aperti solo i centri sportivi. Sospendono inoltre le proprie attività i bingo, le sale gioco, sale scommesse e slot machine anche nelle tabaccherie.

3. ZONA GIALLA

-Sarà vietato, all’interno delle zone gialle, ogni spostamento dalle ore 22:00 alle ore 5 del mattino salvo che, come nelle altre due zone, per comprovate necessità legate al lavoro o alla salute. E’ espressamente raccomandato limitare tutti gli spostamenti che non sono necessari.
-La chiusura di bar e ristoranti è prevista alle ore 18:00, sarà possibile garantire il servizio di asporto fino alle ore 22:00 senza restrizioni per la consegna a domicilio.
-I centri commerciali resteranno chiusi nei giorni festivi e prefestivi fatta eccezione per le tabaccherie, le edicole e i punti vendita di prodotti alimentari che si trovano al loro interno. Le attività di sala giochi, sala scommesse bingo e slot machine vengono sospese (anche nelle tabaccherie).
-Come nel caso delle zone arancioni, la didattica è prevista in presenza solamente nelle scuole dell’infanzia, elementari e medie con obbligo di mascherina mentre, per tutti gli istituti superiori, le lezioni si terranno a distanza, ad eccezione per gli studenti con disabilità e in caso ci sia la necessità di laboratori.
-Per quanto riguarda il trasporto, sarà ridotta  la capienza del 50% sui mezzi di trasporto pubblico, fatta eccezione per i mezzi di trasporto scolastici.
Sport e cultura: Musei e mostre resteranno chiuse, così come piscine, palestre, teatri e cinema. Resteranno aperti solo i centri sportivi.

4. GUARDA IL VIDEO DELL’AVV. MICHELI

The Legal One 
5/11/2020 – ore 9:00

5. RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?

CLICCA SUL BOTTONE E RICHIEDI LA CONSULENZA GRATUITA CON UN ESPERTO MYACCOUNTING.IT!