NOVITA’ COVID: LE ZONE BIANCHE E GLI SPOSTAMENTI VERSO LE SECONDE CASE

1. Introduzione

Col nuovo DPCM del 14 gennaio 2021, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il giorno seguente ed entrato in vigore il 16 gennaio fino al 5 marzo 2021, sono state poste importanti novità in merito agli spostamenti tra Comuni e Province, nonché ribadite alcune “vecchie” e già conosciute regole.

Dunque, cosa è consentito fare?

2. Cosa è possibile fare?

Va detto fin da subito che le regole da rispettare restano più o meno le stesse, con qualche spazio in più di movimento.

Nello specifico è stato ribadito il coprifuoco tra le ore 22.00 e le 5.00 del mattino, nonché l’obbligo di mascherina all’aperto e al chiuso e il sistema per fasce di colore assegnate alle singole Regioni. Palestre, piscine e cinema, inoltre, resteranno chiuse fino al 5 marzo, mentre gli impianti sciistici fino al 15 febbraio.

I musei, infine, se in regione in fascia gialla, potranno rimanere aperti dal lunedì al venerdì.

2.1 Ulteriori approfondimenti

  • Spostamenti tra comuni

Gli spostamenti tra comuni sono regolati dal sistema di divisione dell’Italia in colori. Di conseguenza, è consentito spostarsi presso comuni diversi da quelli di residenza e abitazione, ma solo se in zona gialla. In zona arancione e rossa, invece, è vietato ogni spostamento con mezzi di trasporto pubblici o privati in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione – a meno che non ci siano comprovate esigenze lavorative, di studio, motivi di salute o situazioni di necessità.

Dal 16 gennaio al 5 marzo 2021, inoltre, sarà consentito lo spostamento verso un’altra abitazione privata a massimo 2 persone, abitazione che potrà accogliere due soli ospiti in più rispetto al nucleo convivente – una sola volta al giorno e tra le 5 e le 22. Le due persone potranno portare con sé figli minori di 14 anni, persone disabili o conviventi non autosufficienti.

Attenzione: lo spostamento è consentito solo in area gialla. Diversamente, bisognerà rimanere all’interno del proprio comune in area arancione e rossa.

  • Attività sportiva all’aperto

È consentito fare sport all’aperto, anche presso aree attrezzate e nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno 2 metri per l’attività sportiva e di almeno 1 metro per ogni altra attività.

  • Asporto per bar e ristoranti

Nelle regioni in fascia rossa o arancione, i bar e i ristoranti restano chiusi al pubblico, potendo lavorare solo con servizi di asporto e consegna a domicilio. Nelle regioni in fascia gialla, invece, i bar e i ristoranti potranno restare aperti fino alle ore 18, e le persone sedute per ogni tavolo potranno essere al massimo 4.

Dopo le 18 per i bar sarà vietato l’asporto, ma è consentita la consegna a domicilio.

  • Luoghi di culto

L’accesso ai luoghi di culto dovrà avvenire con misure organizzative tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno 1 metro e da evitare assembramenti di persone – tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche delle strutture.

Vediamo nel dettaglio i punti salienti dell’ultimo decreto ministeriale.

3. Le ultime novità  

  • Regioni in fascia bianca

Nelle regioni con basso livello di rischio epidemiologico, – ossia, al manifestarsi di un’incidenza settimanale dei contagi (e per 3 settimane consecutive) inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti -, verrà riconosciuta la cd. fascia bianca, con riapertura di tutte le attività, senza restrizione alcuna.

  • È possibile raggiungere le seconde case

Dal 16 gennaio 2021 sono consentiti gli spostamenti nelle seconde case, anche in regioni arancioni e rosse.

Attenzione però!! Lo spostamento è consentito solo se la casa è di proprietà o in affitto a lungo termine (da provare mediante gli appositi titoli di proprietà o di affitto, anteriori al 14 gennaio 2021).

Restano, dunque, esclusi gli affitti brevi, quelli per un fine settimana o per un breve periodo.

Potranno recarvi alle seconde case solo i familiari conviventi: non altri nuclei familiari, parenti o amici.

  • Attività sportiva con spostamento

Fra le ultime novità del Governo si pone la possibilità, anche in area rossa, di svolgere attività sportiva che comporti uno spostamento in altro luogo: sarà possibile entrare in un altro Comune purché tale spostamento resti funzionale unicamente all’attività sportiva stessa e la destinazione finale coincida con il Comune di partenza.

Infine, è consentito

  • il lavoro di dog sitter, poiché assimilabile a quella di collaborazione domestica;
  • di portare in auto persone non conviventi, purché massimo 2 passeggeri per ciascuna fila di sedili (e tutti con la mascherina);
  • per i genitori separati, andare a trovare i figli minorenni.

Dott.ssa Adriana Valentino

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?

CLICCA SUL BOTTONE E RICHIEDI LA CONSULENZA GRATUITA CON UN ESPERTO MYACCOUNTING.IT!