DPCM DI NATALE – COSA SI POTRA’ FARE E COSA NO

Nuovo dpcm fatto e approvato dal Governo di Giuseppe Conte che conferma regole ancor più stringenti per quanto riguarda il periodo natalizio, tutto ai fini di non vanificare i sacrifici fatti fino a questo momento. Vediamo insieme le misure più rilevanti di questo nuovo dpcm.

1.COPRIFUOCO E SPOSTAMENTI

Viene confermato il coprifuoco dalle ore 22:00 alle 5:00 anche nei giorni festivi, gli spostamenti resteranno quindi limitati e potranno essere effettuati solo per comprovate esigenze legate al lavoro, alla salute o situazioni di urgenza. Resta comunque “fortemente raccomandato” spostarsi il meno possibile.
In occasione del Capodanno il divieto di uscire dalla propria abitazione scatterà alle ore 22:00 del 31 Dicembre 2020  ma terminerà, con due ore di proroga,  il 1° Gennaio 2021 alle ore 7:00.

Per quanto riguarda sempre gli spostamenti, si potrà uscire dalla propria regione fino al 20 Dicembre, ma solo se la regione di appartenenza risulta essere in zona gialla e lo spostamento viene effettuato verso un’altra zona gialla.
Gli spostamenti da e verso regioni in zona arancione o rossa saranno consentiti solamente per “comprovate esigenze”.
Dal 21 Dicembre al 6 Gennaio 2021, sarà vietato ogni tipo di spostamento indipendentemente dal colore o dalla fascia di rischio, ma resterà comunque la possibilità di muoversi per “comprovate esigenze”.

Chi si trova in una regione gialla, quindi, potrà comunque uscire dal proprio comune di domicilio o residenza, chi si trova in una regione arancione avrà il divieto di uscire dal proprio comune di residenza o domicilio e, per quanto riguarda le zone rosse, i cittadini non potranno uscire dalla propria abitazione se non per le solite comprovate esigenze legate al lavoro alla salute e alle situazioni di emergenza.
I giorni 25 e 26 Dicembre e il 1° Gennaio 2021, nello specifico, sarà valido per tutti il divieto di uscire dal proprio comune di residenza, per farlo, sarà necessario dover dimostrare l’esigenza legata a tale spostamento.
Chi deciderà di muoversi prima di queste date, potrà fare ritorno alla propria residenza, abitazione o domicilio.

Ricordiamo comunque che, ogni spostamento non consentito, dovrà essere giustificato con l’autocertificazione. Il modulo andrà consegnato al momento del controllo in modo che le forze dell’ordine possano verificare la veridicità di quanto dichiarato.

2.RICONGIUNGIMENTI, FESTEGGIAMENTI E SHOPPING

Come detto in precedenza, nelle date che vanno dal 21 Dicembre 2020 al 6 Gennaio 2021 sarà vietato uscire dalla propria regione anche se quest’ultima dovesse trovarsi in fascia gialla; sarà però consentito muoversi in caso ci fosse la necessità di raggiungere una persona non autosufficiente.
Non sarà consentito muoversi per trascorrere le festività per recarsi da parenti che vivono in una regione diversa, a meno che non ci siano motivi di reale necessità.
Sarà solamente consentito, anche nel periodo di divieto,  il ricongiungimento in caso di coppie che vivono in due luoghi diversi.

Per quanto riguarda il giorno di Natale, resta il divieto di uscire dal proprio comune, ma sarà consentito il pranzo al ristorante con la raccomandazione, per chi deciderà di rimanere a casa, di non invitare persone che non siano conviventi.
Confermato anche il divieto di organizzare feste nei locali o nei luoghi sia pubblici che privati.
Inoltre, anche  il 24 Dicembre sarà d’obbligo rientrare nella propria abitazione entro le ore 22:00; la messa di Natale sarà comunque celebrata, ma l’orario previsto è quello delle 20:00.

Tra il 31 Dicembre 2020 e il 1° Gennaio 2021, oltre al coprifuoco e al divieto di uscire dal proprio comune, ci sarà il divieto, per chi trascorrerà la notte del 31 Dicembre in albergo, di poter cenare al ristorante, infatti, è prevista la sola consumazione in camera.
I ristoranti resteranno aperti a pranzo e, per chi invece deciderà di restare a casa, vale la solita raccomandazione di non invitare persone che non siano conviventi.
Segnaliamo inoltre che l’uso dei botti non è vietato.

Per quanto riguarda lo shopping, dal 4 Dicembre 2020 al 6 Gennaio 2021, i negozi al dettaglio potranno rimanere aperti fino alle 21:00, ma nei fine settimana e nei giorni festivi saranno chiusigli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali, dei mercati, delle gallerie commerciali, dei parchi commerciali e delle aggregazioni di esercizi commerciali”. Resteranno quindi aperti solamente farmacie e parafarmacie, presidi sanitari, tabaccai, edicole, vendita di prodotti agricoli e generi alimentari.
I sindaci, se lo riterranno necessario, potranno contingentare o decidere di chiudere l’accesso a strade e piazze, consentendo comunque l’accesso ai negozi e garantendo il rientro nelle proprie abitazioni.

3. GUARDA IL VIDEO DELL’AVV. MICHELI

Se vuoi saperne di più in merito al nuovo dpcm, guarda la diretta che trovi di seguito dell’Avv. Carlo Alberto Micheli dove, nella sua rubrica The legal one, approfondisce quanto riportato in questo articolo!

The Legal One 
4/12/2020 – ore 9:00
Irene T.

5. RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?

CLICCA SUL BOTTONE E RICHIEDI LA CONSULENZA GRATUITA CON UN ESPERTO MYACCOUNTING.IT!